Sei in: Home » Articoli

DIECI PREDIZIONI DI ISAAC ASIMOV PER IL 2014 (scritte nel 1964)

scrittore occhiali penna
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso»
(Isaac Asimov)

Isaac Asimov (Petrovici,   2 gennaio 1920 - New York, 6 aprile 1992) è stato un biochimico e scrittore statunitense di origine russa.


Le sue opere sono considerate una pietra miliare nel campo della fantascienza e della divulgazione scientifica. È autore di una vastissima e variegata produzione, stimata intorno ai 500 volumi pubblicati.

In suo onore è stato dato il suo nome all'asteroide 5020 Asimov.

http://sffatunbsj.files.wordpress.com/2013/04/isaac-asimov.jpg
Fonte: http://sffatunbsj.files.wordpress.com/2013/04/isaac-asimov.jpg



A cura dell'Avv. Gabriella Filippone  - Isaac Asimov  nasce il 2 gennaio 1920 a Petrovici, un villaggio del rajon di Šumjaci dell'Oblast' di Smolensk, nell'allora Unione Sovietica, da una famiglia ebraica; all'età di tre anni emigra con la famiglia negli Stati Uniti, stabilendosi nel quartiere di Brooklyn a New York.


I genitori gestiscono un negozio di giornali e dolciumi e qui il giovane Isaac inizia ad approcciarsi alla fantascienza leggendo le riviste del settore che periodicamente arrivano al padre, Judah Asimov. Isaac, pur non essendo figlio unico  è il pupillo della famiglia a causa della sua salute cagionevole; si iscrive alla Columbia University, dove inizialmente frequenta l'indirizzo di Zoologia,  successivamente lo cambia rifiutandosi di "dissezionare un gatto randagio". Decide così di laurearsi in chimica e ci riesce nel 1939 (degree in chemistry; after years in the Army, Asimov returned to Columbia in 1946 and earned his chemistry PhD in 1948). Vedi: http://c250.columbia.edu/c250_celebrates/remarkable_columbians/isaac_asimov.html 



Dieci predizioni di Isaac Asimov per il 2014 (scritte nel 1964)


  1. Le comunicazioni non saranno basate solamente sul suono, ma anche sulla vista. Si potranno vedere le persone che si chiamano al telefono. Sarà possibile sugli schermi anche leggere libri e stampare documenti.
  2. Ci saranno veicoli guidati da robot. I viaggi si potranno programmare verso destinazioni diverse. La guida non avrà le interferenze dei riflessi umani.
  3. I trasporti cercheranno di evitare la dispersione di energia nell'attrito col suolo e quindi gli aerei saranno il mezzo più usato, ma anche i treni viaggeranno sospesi.
  4. Tutti gli schermi saranno sostituiti. Ci sarà spazio per cubi trasparenti e effetti tridimensionali.
  5. Gli elettrodomestici allevieranno le attività degli uomini. Ci saranno macchine che faranno il caffè, che riscalderanno l'acqua, che faranno pane tostato. Cucine intelligenti che prepareranno la colazione: si potrà decidere la notte cosa mangiare la mattina seguente. Il cibo sarà principalmente pre-cucinato e pre-confezionato.
  6. L'uomo creerà ambienti che si adattano a se stesso. Entro il 2014 ci saranno pannelli luminosi che daranno vita a particolari giochi di luce.
  7. La forza lavoro saranno le macchine robotizzate e compito dell'uomo sarà svilupparle e farle funzionare.
  8. La parola lavoro sarà quella più importante del dizionario del nuovo secolo e del nuovo millennio. Scompariranno tanti lavori tradizionali che saranno sostituiti dalle macchine.
  9. L'istruzione superiore sarà basata su linguaggi informatici e tecnologici.
  10. L'umanità dovrà fare i conti con la noia, un malessere che si diffonderà con velocità allarmante.

Isaac Asimov si definiva umanista e razionalista, ateo,  pur non attaccando il genuino e positivo sentimento religioso, si dimostrò  fortemente critico verso la superstizione e le credenze infondate. Aveva un quoziente intellettivo molto alto.


Controversa e osteggiata fu la sua opinione sulla fattibilità di un governo mondiale.

Dichiarò che il governo mondiale avrebbe potuto trasformarsi in una dittatura autoritaria dominata da un élite tecnocratica, riteneva comunque preferibile un'ipotesi così sconfortante ad una pletora di stati mal funzionanti in conflitto tra di loro. E' importante ricordare che il periodo storico in cui Asimov elaborò queste idee fu quello della guerra fredda tra Stati Uniti e Unione Sovietica;  di fronte alla possibilità di un inverno nucleare causato dai due blocchi contrapposti, era più auspicabile per Asimov uno Stato planetario forte in grado di garantire la sicurezza a tutta l'umanità. A tal proposito, così si esprimeva: "una buona dittatura è comunque meglio di una cattiva democrazia".


Nella sua ultima opera di divulgazione, Our Angry Earth (1991), scritta in collaborazione con Frederik Pohl, Asimov lanciò allarmi riguardo alla crisi ambientale che vedeva delineandosi, descrivendo i fenomeni dell'effetto serra e del buco dell'ozono.


Asimov era fortemente contro la violenza, una delle sue più famose massime è:
« La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci»
(Salvor Hardin, da Cronache della Galassia, Mondadori)




Leggi fonte articolo integrale: Roberto Russo; Dieci predizioni di Isaac Asimov per il 2014 (scritte nel 1964)
Link articolo: http://www.booksblog.it/post/92825/dieci-predizioni-di-isaac-asimov-per-il-2014-scritte-nel-1964?utm_source=fb&utm_medium=ed&utm_campaign=Facebook:%20Blogo
Fonti biografiche: Wikipedia   http://it.wikipedia.org/wiki/Isaac_Asimov

Rassegna News by avv. Gabriella Filippone  del Foro di Pescara

Email

 

E-mail: gabrifil@gmail.com     Blog: studio legale avvocato Gabriella Filippone







Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(03/01/2014 - Gabriella Filippone)
Le più lette:
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF