Sei in: Home » Articoli

Cassazione: sanzioni a toghe che rinviano cause spinose

I magistati che rinviano le questioni piu' 'spinose' e al loro posto trattano cause ''semplici'' e ''seriali'' rischiano sanzioni disciplinari. A mettere in guardia le toghe dai rischi cui vanno incontro rinviando le cause piu' complesse e' la Corte di Cassazione a Sezioni Unite. Scrivono i giudici con l'Ermellino nella sentenza 14487 che il magistrato che ''privilegia nelle pronunce quelle relative a questioni seriali e di piu' agevole soluzione'' pone in essere ''un comportamento ampiamente censurato dall'ambiente forense e dai cittadini''. Sulla base di questo principio, la Cassazione ha confermato l'ammonimento inflitto dal Csm a Francesco Schettino, pretore di Gaeta e attuale consigliere alla Corte di Appello di Napoli.
Il magistrato era stato incolpato di aver redatto un numero di sentenze inferiore a quello dei colleghi, di tenere solo due udienze a settimana e di essere ''giudicato negativamente per la propensione al rinvio delle decisioni piu' complesse'' dagli avvocati di Gaeta che pure non mettevano in discussione le sue ''capacita' professionali''.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(14/10/2003 - Adnkronos)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF