Sei in: Home » Articoli

Adoc, la benzina in Italia costa il 12% in più rispetto all'Europa

benzina carburante
L'Adoc, Associazione per la Difesa e l'Orientamento dei Consumatori, fa notare come l'Italia sia la nazione d'Europa dove mettere benzina costa di più: con una media di 1,80 euro al litro, infatti, un automobilista nostrano spende in media il 12% in più rispetto agli altri paesi europei per effettuare un pieno, con una differenza che su base annua si attesta intorno ai 350 euro. Carlo Pileri, presidente dell'Adoc, dichiara che i rifornimenti all'automobile costano ad un italiano una media di 3240 euro, ovvero il 10% in più che in Francia, il 7% in più che in Germania, il 20% in più che in Svizzera e poco meno del 30% in più che in Spagna; un pieno costa invece 90 euro, contro gli 80 euro della media europea e i circa 75 della Svizzera. L'Adoc, oltre a condannare le maggiori accise e il rialzo dell'IVA, punta il dito anche sugli altri rincari collegati all'aumento della benzina, come quelli del settore alimentare e turistico che, a detta dell'associazione, stanno “dissanguando” le già abbastanza provate famiglie italiane: rispetto allo scorso anno fare la spesa costerebbe infatti il 5% in più, mentre il turismo sarebbe “in agonia”. Secondo l'associazione sarebbe necessario applicare correttamente le liberalizzazioni al fine di arrestare il fenomeno dei rialzi: così facendo benzina e alimentari potrebbero secondo l'Adoc subire riduzione pari complessivamente al 7%, il che costituirebbe una “boccata d'ossigeno” ai consumatori.
(23/02/2012 - A.V.)
Le più lette:
» Riforma giudici di pace: da oggi in vigore
» Leva obbligatoria per 8 mesi: la proposta al Senato
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: i libri da leggere sotto l'ombrellone ... tra un atto e una nuotata
» Condominio: ripartizione spese di pulizia e illuminazione scale
In evidenza oggi
Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodoIncidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto TravawAvvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Bulli online: ammoniti dal questore
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF