Sei in: Home » Articoli

Cassazione: trasporto, vettore responsabile anche quando si scende dall'autobus

autobus id9857
Con la sentenza n. 666, depositata il 18 gennaio 2012, la Corte di Cassazione ha stabilito che in caso di caduta del passeggero il vettore Ŕ responsabile anche nel tempo della discesa e della salita dal mezzo di trasporto. Secondo i giudici di Piazza cavour, deve applicarsi la presunzione di responsabilitÓ di cui all'articolo 1681 c.c. che impegna la responsabilitÓ del vettore per i sinistri che colpiscono lÓ del viaggiatore se non prova di avere adottato tutte le misure idonee ad evitare il danno In sostanza, in tema di trasporto pubblico va tutelata l'incolumitÓ del viaggiatore anche quando il passeggero Ŕ intento a scendere dal mezzo.
Questa responsabilitÓ sussiste laddove l'azienda che gestisce il servizio non fornisca la prova liberatoria del fortuito: ne consegue che ben pu˛ configurarsi la garanzia assicurativa da parte della compagnia che copre anche le operazioni preparatorie e accessorie rispetto al viaggio. In precedenza i giudici di merito avevano respinto le richieste risarcitoria e non avevano applicato la presunzione di responsabilitÓ di cui all'articolo 1681 avevano posto a carico dell'attore il regime probatorio ordinario in tema di responsabilitÓ e non quello invertito previsto per il trasporto. Il caso veniva poi rinviato dalla Cassazione alla corte territoriale di Lecce che riesaminando il caso evidenziava come l'attrice avesse agito sia in base all'articolo 2043 del codice civile per responsabilitÓ extra contrattuale sia in base all'articolo 1681 c.c. e tale esercizio cumulativo, proposto nella specie con una domanda subordinata all'altra, deve ritenersi consentito. In sostanza l'attrice aveva provato il nesso di causalitÓ tra l'evento e il trasporto e la responsabilitÓ doveva dunque essere addebitata al vettore che non aveva fornito la prova di aver fatto tutto il possibile per evitare l'evento e che lo stesso fosse addebitabile a un fattore esterno o ad una condotta imprudente e negligente del viaggiatore.
Consulta testo sentenza n. 666/2012
(14/02/2012 - Luisa Foti)
Le pi¨ lette:
» Avvocati: ne resteranno solo 100mila
» Stalking: reato cancellato con i soldi ů anche se la vittima non vuole
» Usucapione: il possesso dei genitori si trasmette ai figli
» Multe non pagate? Niente passaporto
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
In evidenza oggi
Addio, Professore!Addio, Professore!
Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reatoAvvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale Ŕ legge
Le novitÓ e il testo