Arrivano i voucher baby sitter e asili nido anche per le professioniste

La legge di stabilità 2016 estende il beneficio anche alle lavoratrici autonome e lo proroga per le dipendenti
neonato id9858

di Valeria Zeppilli – In attesa che il disegno di legge in materia di lavoro autonomo si tramuti in qualcosa di concreto, la legge di Stabilità 2016 regala ai professionisti già alcune interessanti novità.

Tra queste, di particolare interesse è l'estensione anche alle professioniste, alle lavoratrici autonome e alle imprenditrici dei voucher per l'acquisto di servizi per l'infanzia, per il pagamento di servizi di babysitting o per il pagamento della retta degli asili nido. 

Insomma: i benefici introdotti dalla legge Fornero del 2012 non rimangono più circoscritti alle sole lavoratrici subordinate.

A tal fine lo Stato italiano ha già stanziato due milioni di euro.

Affinché il beneficio divenga operativo, tuttavia, occorrerà attendere il decreto di natura non regolamentare, da adottarsi, ad opera del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, entro il prossimo mese di febbraio.

La durata dell'attesa del decreto, più precisamente, è stata fissata dalla legge di stabilità in massimo sessanta giorni dalla sua entrata in vigore.

Con riferimento alle lavoratrici dipendenti, invece, si segnala che grazie alla legge di stabilità esse potranno continuare a godere dei voucher baby sitter anche per tutto il 2016, nonostante sia scaduto il triennio sperimentale previsto dalla legge Fornero. Il beneficio, infatti, è stato nuovamente riconosciuto, nel limite di venti milioni di euro. 

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(06/01/2016 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Il 'bon ton' degli avvocati
» Guide di diritto penale
» Magistrati: i 5 peggiori vizi che rendono furibondi gli avvocati
» Pensioni: trovato l'accordo. Cosa cambia da gennaio
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF