L'hotel è sporco e scomodo? I danni li pagano agenzia di viaggi e tour operator

A stabilirlo è il Tribunale di Roma, che ha condannato in solido l'organizzatore e l'intermediario al risarcimento
albergo portiere hotel reception lavoro
Se il tuo hotel è sporco e scomodo la tua vacanza può di certo dirsi rovinata.

Il Tribunale di Roma, con la sentenza numero 15634/2015, ha riconosciuto la nuova tipologia di danno a una famiglia di turisti che, in arrivo per una vacanza a Rio de Janeiro, è stata ospitata in una struttura che, presentata come quattro stelle e vista mare, si affacciava in realtà su altri edifici, aveva lenzuola lise, scarsa igiene e serrature arrugginite e proponeva insetti e scarafaggi come compagni di stanza!

Non importa che siano stati gli stessi turisti a scegliere la struttura: l'agenzia di viaggi e il tour operator che l'hanno proposta dovevano sincerarsi che l'hotel avesse effettivamente le qualità declamate nel sito web e nel dépliant.

L'agenzia di viaggi, infatti, in base al codice del turismo è responsabile per le informazioni fornite circa il pacchetto offerto mentre il tour operator è responsabile dell'effettività e della qualità di quanto proposto e del corretto contenuto dei cataloghi, oltre che di ogni ulteriore diretta comunicazione con i consumatori.

Così l'organizzatore e l'intermediario sono stati condannati in solido non solo a rifondere ai propri clienti la differenza di prezzo tra l'hotel prenotato e un altro di classe superiore cui avrebbero avuto diritto, ma anche a risarcirli del danno non patrimoniale da vacanza rovinata previsto dall'articolo 47 del decreto legislativo numero 79/2011: di certo, infatti, il disagio subito dai turisti ha vanificato o quanto meno limitato i benefici e le aspettative della vacanza.

Valeria ZeppilliAvv. Valeria Zeppilli - profilo e articoli
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(28/07/2015 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Avvocati di successo: le sei abilità necessarie
» Il peggior cliente che l'avvocato possa mai sperare di avere…
» Paga il danno da alienazione parentale la mamma che non fa vedere il figlio all'ex
» Avvocati: da Shakespeare a Oscar Wilde, i più celebri aforismi sul mondo dell'avvocatura
» Risarcimento in libri per la baby squillo dei Parioli
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF