Sei in: Home » Articoli

Cassazione: non versa in colpa l'ostetrica che compie manovre vietate dalla legge in situazione di urgenza

La Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione in una recente pronuncia (Sent. n. 13942/2008) ha affermato che non può ravvisarsi alcuna colpa (nemmeno per assunzione) dell'agente nel caso in cui abbia svolto attività non specializzata, pur non avendo la necessaria specializzazione, qualora si trovi “in condizioni di urgenza indifferibile”. Nel caso sottoposto all'attenzione della Suprema Corte un'ostetrica, chiamata ad intervenire in sala travaglio e resasi conto di trovarsi di fronte ad un parto non fisiologico per il quale non è abilitata ad intervenire per legge, era stata costretta a prendere il parto, provocando delle lesioni permanenti al neonato, non riuscendo ad ottenere l'intervento dei ginecologi e non potendo abbandonare la partoriente a se stessa.
(23/07/2008 - Avv.Francesca Romanelli)
In evidenza oggi:
» In arrivo più ferie e ponti per tutti
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» La Consulta boccia l'art. 92 post riforma
» Multa col cellulare in auto anche se non si parla


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
RIMEDI ALTERNATIVI AL REPECHAGE IN IPOTESI DI LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO DETERMINATO DA RIORGANIZZAZIONE AZIENNDALE PER RIDUZIONE DI PERSONALE OMOGENEO E FUNGIBILE