Sei in: Home » Articoli

Cassazione: lecito provvedimento che vieta di avvicinarsi a fidanzata molestata su Facebook

facebook
È stata confermata dalla corte di cassazione la legittimità di un provvedimento che vieta a un ragazzo di avvicinarsi alla sua fidanzata nbei cui confronti aveva posto in essere "ossessive e petulanti attenzioni e molestie" inviando decine di sms ed mms al giorno, continui messaggi di posta elettronica e diverse scritte sulla bacheca del profilo facebook della giovane donna. La vicenda finiva nelle aule di giustizia perché la ragazza presentava una denuncia per stalking. Il giudice per le indagini preliminari con un provvedimento confermato anche in sede di riesame applicava alle nuove disposizioni previste per i reati di stalking e vietava al ragazzo di avvicinarsi alla propria fidanzata. Contro la decisione l'ex fidanzato si è rivolto alla Corte di Cassazione che ha confermato la decisione dei giudici di merito stabilendo la legittimità del divieto anche quando le molestie sono consumate tramite il noto social network.
(26/10/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Avvocati: entro il 31 ottobre contributi alla CassaAvvocati: entro il 31 ottobre contributi alla Cassa
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF