Ulteriore stretta per contenere i contagi: in vigore il nuovo decreto sull'estensione dell'uso del green pass rafforzato

Aumento dei contagi, il nuovo decreto

[Torna su]

L'aumento dei contagi porta l'esecutivo ad un ulteriore giro di vite: il Consiglio dei ministri ha approvato un nuovo decreto sull'estensione dell'uso del green pass e le quarantene. Giro di vite per contenere i contagi da Covid-19 che passa dal Green pass rafforzato per treni, aerei e navi e per il trasporto pubblico, capienza massima al 50% per impianti all'aperto e al 35% al chiuso e super green pass anche per alberghi e ristoranti all'aperto. Vediamo le novità che riguardano, in particolare, il certificato verde.

Il decreto è in vigore dal 31 dicembre 2021 ma le misure partono dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato d'emergenza.

Super Green Pass rafforzato

[Torna su]

Il Green Pass rafforzato rilasciato a chi è vaccinato o guarito dal Covid al momento serve le consumazioni dentro ristoranti e bar, anche al bancone, per accedere a teatri, cinema, musei, biblioteche, palestre e piscine, per svolgere allenamenti di sport di squadra, per andare allo stadio o al palazzetto dello sport, per centri benessere al chiuso e nei centri termali, centri culturali, sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l'infanzia), nei parchi tematici e di divertimento, in sale gioco, sale bingo e casinò, per partecipare a una festa di compleanno o di laurea in un locale pubblico o a un corso di formazione privato se svolto in presenza. Il nuovo provvedimento stabilisce un rafforzamento delle misure anti-contagio anche le visite alle strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie e negli hospice che potranno essere effettuate solo da chi ha Super Green Pass e tampone negativo oppure vaccinati già con la terza dose.

Super Green Pass, dove è obbligatorio dal 10 gennaio

[Torna su]

Super green pass obbligatorio dal 10 gennaio su tutti i mezzi di trasporto: treni a lunga percorrenza e regionali, aerei, navi, autobus, metropolitane, tram, pullman. Necessario anche per consumare in bar e ristoranti anche all'aperto; per stare in hotel e altre strutture ricettive, per partecipare alle feste conseguenti alle cerimonie civili e religiose ed ancora per le sagre e le fiere, per i congressi. Necessario anche per accedere a piscine e centri benessere anche all'aperto o fare sport di squadra in impianti non coperti, impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici. Chi non è vaccinato potrà usufruire solo di delivery e servizio da asporto.


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: