La regola generale vieta agli automobilisti di sorpassare nelle intersezioni, ma in alcune ipotesi eccezionali tale manovra è consentita. Vediamo quali sono
auto pronta al sorpasso in strada

Divieto di sorpassare nelle intersezioni

[Torna su]

Il sorpasso nelle intersezioni (ovverosia nelle aree in cui diverse strade si incrociano) è vietato dall'articolo 148 del codice della strada, il quale sancisce tale regola al comma 12.

La conseguenza per chi non rispetta tale divieto è quella del pagamento della sanzione amministrativa compresa tra 162 e 646 euro.

Ma non solo: data la particolare pericolosità della condotta vietata, l'ordinamento prevede come sanzione anche la sospensione della patente di guida da uno a tre mesi (da tre a sei mesi per coloro che sono patentati da meno di tre anni) e la decurtazione di punti dalla patente.

Quando è consentito il sorpasso nelle intersezioni

[Torna su]

Il divieto di carattere generale posto dall'articolo 148 conosce, in ogni caso, delle eccezioni, previste dallo stesso comma 12.

Nel dettaglio, tale manovra è consentita nelle seguenti ipotesi:

  • il conducente del veicolo che si intende sorpassare abbia segnalato che intende svoltare a sinistra e abbia iniziato la manovra;
  • ci si trovi su una strada a precedenza, purché questa sia a due carreggiate separate o a senso unico o ad almeno due corsie con lo stesso senso di marcia e le corsie siano delimitate dall'apposita segnaletica orizzontale;
  • il veicolo che si intende sorpassare è a due ruote non a motore (ad esempio una bicicletta), purché non sia necessario spostarsi sulla parte della carreggiata destinata al senso opposto di marcia;
  • la circolazione sia regolata da agenti del traffico o da semafori (purché vi sia l'apposita corsia e non sia quindi necessario spostarsi sul lato riservato all'altro senso di marcia).

Sorpasso nelle intersezioni: le regole

[Torna su]

Quando ammesso, il sorpasso nelle intersezioni deve comunque rispettare tutte le regole previste in generale per tale manovra a prescindere da dove si compia.

In particolare, il conducente, prima di sorpassare, deve sempre accertarsi che:

  • la visibilità sia tale da consentire la manovra e questa non costituisca un pericolo o un intralcio;
  • il conducente che lo precede non abbia segnalato di voler compiere la stessa manovra;
  • nessun conducente che segue sulla stessa carreggiata o semicarreggiata o sull'eventuale corsia immediatamente alla propria sinistra abbia iniziato il sorpasso;
  • la strada sia libera per uno spazio tale da consentire la completa esecuzione della manovra.

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: