Sei in: Home » Articoli

Vaccini, niente asilo senza certificato

Condividi
Seguici

Da oggi non potranno entrare negli asili nido e per l'infanzia i bambini che non hanno presentato il certificato vaccinale
bambino che subisce iniezione per vaccino

di Gabriella Lax - Sul tema vaccini ministro alla salute Giulia Grillo è stata inflessibile. Il tempo delle proroghe è finito, dunque previsto dalla legge Lorenzin, da oggi non potranno entrare negli asili nido e per l'infanzia i bambini che non hanno presentato il certificato vaccinale.

Vaccini, niente asilo senza certificato

L'impossibilità di entrare negli istituti è prevista solo nel caso dei nidi e delle scuole per l'infanzia, in tutti gli altri casi è prevista solo una sanzione pecuniaria, ma gli alunni potranno entrare lo stesso. Quindi, in generale, rispettare gli obblighi vaccinali è un requisito per l'ammissione all'asilo nido e alle scuole dell'infanzia (dunque per i bambini da 0 a 6 anni), mentre dalla scuola primaria (scuola elementare) in poi i bambini e i ragazzi possono accedere comunque e fare gli esami, ma, in caso non siano stati rispettati gli obblighi, viene attivato dalla Asl un percorso di recupero della vaccinazione ed è possibile incorrere in sanzioni amministrative da 100 a 500 euro. Esonerati dall'obbligo i bambini e i ragazzi già immunizzati per malattia naturale, e i bambini che presentano specifiche condizioni cliniche che rappresentano una controindicazione permanente e/o temporanea alle vaccinazioni.

Vaccini, è allo studio l'obbligo flessibile

Intanto potrebbe comunque essere l'ultimo anno di applicazione della legge Lorenzin sui vaccini. Da tempo è in discussione il cosiddetto "obbligo flessibile" che potrebbe arrivare persino già da aprile 2019. L'obbligo flessibile prevede una vaccinazione è obbligatoria solo in caso di emergenze sanitarie o di compromissione dell'immunità di gruppo.

(11/03/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» La madre risarcisce il figlio per avergli impedito di vedere il padre
» Codice della strada: arriva la riforma
» Il reato di maltrattamenti in famiglia
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Reddito di cittadinanza, c' la seconda ricarica

Newsletter f t in Rss