Sei in: Home » Articoli

Svolta bancomat: da settembre si pagherà col cellulare

Il circuito bancomat si allarga ai telefonini. Da settembre, grazie a un'app e senza i codici, i possessori di carta Pagobancomat potranno pagare online e scambiare denaro in tempo reale utilizzando semplicemente il proprio numero di cellulare
bonifico istantaneo trasferisce soldi da cellulare

di Gabriella Lax - Svolta bancomat in arrivo: si pagherà usando il numero di cellulare. La novità è dietro l'angolo, poiché, dal prossimo mese di settembre, grazie a un'app e senza i codici, i possessori di carta Pagobancomat potranno pagare online e scambiare denaro in tempo reale utilizzando semplicemente il proprio numero di telefonino come un "pin".

Da settembre il bancomat si potrà pagare col cellulare

Il via libera al Bancomat Pay Mobile arriva dall'intesa con Sia, in base alla quale, grazie all'integrazione del servizio Jiffy, si darà la possibilità ai possessori di carte PagoBancomat di pagare, negli store e su e-commerce, inviare e ricevere denaro in tempo reale dallo smartphone ed in totale sicurezza.

La partnership permetterà di rendere disponibili nuovi servizi di pagamento ai titolari di carte PagoBancomat, sulla base delle soluzioni tecnologiche già realizzate da Sia. Nello specifico, si potranno trasferire somme di denaro tra privati, acquistare beni e servizi sia online sia presso i punti vendita degli esercenti convenzionati ed effettuare pagamenti a favore della Pubblica Amministrazione Centrale e Locale attraverso la piattaforma PagoPa.

Secondo i dati già dal prossimo autunno, il nuovo sistema potrà essere usato da 5 milioni di utenti registrati a Jiffy, in più di 2.000 esercizi commerciali, principalmente della Gdo, e su PagoPa per i pagamenti verso la nostra Pubblica Amministrazione.

(02/08/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Il decreto ingiuntivo lo farà l'avvocato?
» Cassazione: bisogna fermarsi sempre allo stop anche a strada libera
» ResponsabilitÓ medica: la Cassazione sminuisce le linee-guida
» Sta col padre il figlio che lo rifiuta
» Cassazione: esentasse le cause sotto i 1.000 euro
Newsletter f g+ t in Rss