Sei in: Home » Articoli

Illegittima la graduatoria del concorso che non tenga conto dei titoli preferenziali non indicati nella domanda ma successivamente prodotti.

T.A.R. Lazio Roma, sez. III, 10 agosto 2007, n. 7769
Il G.A. è stato incaricato di stabilire se la mancata indicazione (o non corretta indicazione) del possesso dei titoli di preferenza nella domanda di partecipazione al concorso potesse precluderne la valutazione da parte dell'Amministrazione nel caso in cui gli stessi fossero stati comunque prodotti nei termini previsti dal bando. Sebbene, stando alla lettera del bando di concorso, il ricorrente avrebbe dovuto provvedere ad indicare correttamente fin dal momento della partecipazione alla selezione il possesso dei suddetti titoli, il Collegio ha ritenuto di non potersi attestare su un'interpretazione meramente formalistica del bando stesso. In modo particolare ha assunto rilievo il fatto che il concorrente fosse già in possesso dei titoli alla presentazione della domanda e che gli stessi siano stati comunque prodotti entro il termine prescritto. Non solo.
Poiché detti titoli ....leggi tutto....
Visualizza il testo integrale della sentenza su MioLegale.it
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/10/2007 - www.miolegale.it)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF