Sei in: Home » Articoli

Si č svolto a Cremona il primo processo in 'conference call' via Skype

skype conference call telematico

Si č svolto nel tribunale di Cremona il primo processo via Skype, che ha creato cosė un innovativo precedente in ambito giudiziario che getta le basi per nuovi iter procedurali pių snelli ed economici.

Non č la prima volta che il tribunale promuove l'utilizzo della tecnologia per snellire il macchinoso iter processuale: ma questa volta, con videocamera e microfono, i protagonisti del procedimento hanno avuto modo di intervenire in aula in tempo reale e tramite la stessa piattaforma, insomma tutto in "conference call" e senza doversi spostare dalle proprie sedi.

Il processo, che ha visto coinvolti una trentina di imprenditori, ha avuto cosė una durata dimezzata rispetto ai normali procedimenti che si tengono in aula, e inoltre ha permesso un notevole risparmio economico all'amministrazione e a tutte le persone coinvolte.

Skype č stato utilizzato proprio su richiesta dei 4 imputati e, a quanto pare, non ci sono stati problemi eccetto un piccolo inconveniente - che si č risolto in pochi minuti -  con uno dei testimoni che stava utilizzando un tablet con connessione wi-fi. 

Il giudice Pierpaolo Beluzzi - da sempre favorevole  all'utilizzo della tecnologia e del web in abito giudiziario - ha cosė potuto  gestire l'intero procedimento "a distanza".

(07/02/2014 - A.V.)
Le pių lette:
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Autovelox e tutor: al via le nuove regole
» Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
» Conversione del pignoramento: la duplice ratio dell'art. 495 Cpc
» Diritti d'autore: pagare la Siae non basta, Soundreef ottiene decreto ingiuntivo per concerto Fedez
In evidenza oggi
Addio compenso per l'avvocato poco accortoAddio compenso per l'avvocato poco accorto
Vietare alla moglie di truccarsi integra il reato di maltrattamenti in famigliaVietare alla moglie di truccarsi integra il reato di maltrattamenti in famiglia
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF