Antistatario

Antistatario è l'avvocato che dichiara di aver assistito il proprio cliente senza aver riscosso gli onorari e anticipando le spese del giudizio.
In tal modo può chiedere che in caso di esito vittorioso del giudizio, il giudice condanni la controparte a pagare le spese legali direttamente a suo favore.

La norma di riferimento è l'art. 93 del codice di procedura civile (distrazione delle spese):
"Il difensore con procura può chiedere che il giudice, nella stessa sentenza in cui condanna alle spese, distragga in favore suo e degli altri difensori gli onorari non riscossi e le spese che dichiara di avere anticipate.
Finché il difensore non abbia conseguito il rimborso che gli è stato attribuito, la parte può chiedere al giudice, con le forme stabilite per la correzione delle sentenze, la revoca del provvedimento, qualora dimostri di aver soddisfatto il credito del difensore per gli onorari e le spese.


Vedi anche:
» Rischia di dover restituire di tasca sua le spese l'avvocato che ottiene il pagamento dall'avversario 
Per la Cassazione, infatti, il legale che si dichiara antistatario diviene titolare diretto di un rapporto che si instaura con controparte

» Le spese legali si pagano a chi ha vinto e non all'avvocato 
L'unica eccezione è data dal provvedimento che dispone la distrazione delle spese ex art. 93 c.p.c.. Ma tale provvedimento può essere revocato se il cliente ha già pagato

Seguici:
Print Friendly and PDF
Arricchisci questa pagina con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss