Sei in: Home » Articoli

Divorzio breve: matrimonialisti, l'italia deve fare un salto di qualità

coppia divorzio separazione coniugale mantenimento antoci
L'associazione degli avvocati matrimonialisti italiani (AMI) ha espresso solidarietà al segretario della Lega Italiana per il Divorzio Breve che ha iniziato uno sciopero della fame per la calendarizzazione in aula a Montecitorio del testo di legge che, dopo essere stato approvato dalla commissione giustizia, è sparito dall'ordine dei lavori subito dopo esserne stato inserito.

Il presidente dell'AMI, Gassani, ha dichiarato che "l'Italia ha bisogno di fare un salto di qualita' per quanto concerne il Diritto di Famiglia e le sue riforme urgenti (Tribunale per la Famiglia, patti prematrimoniali, mediazione familiare, specializzazione dei giudici e degli avvocati ecc.) ma di sicuro la svolta improrogabile e' quella relativa alla riduzione dei tempi per poter chiedere e ottenere il divorzio: da tre anni ad un solo anno (due anni nel caso di presenza di figli minorenni)".

In Italia, spiega il Presidente, il cittadino per ottenere la cessazione degli effetti civili del matrimonio deve affrontare due distinti processi: uno per la separazione è un altro poi per il divorzio. Il che comporta ovviamente anche maggiori oneri economici oltre che "tempi biblici da aspettare".

Secondo Gassani "La legge sul divorzio breve, che dovrebbe essere meglio denominata legge sulla separazione breve, in quanto tocca i tempi della separazione e non del divorzio, sarebbe il primo passo per abrogare in futuro la separazione o quantomeno renderla facoltativa".
Altre informazioni su questo argomento
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(30/10/2012 - N.R.)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF