Sei in: Home » Articoli

Anche i minorenni in motorino in due. Ma quali sono le conseguenze sul versante assicurativo?

Da domani, in vigore la legge n. 115/2015 che elimina il divieto per i minori di anni diciotto di viaggiare in due sui ciclomotori
motorino scooter

di Valeria Zeppilli – Domani 18 agosto entra in vigore la legge n. 115/2015 (c.d. Legge europea 2014) con la quale l'Italia, adeguandosi alla normativa europea, ha previsto, tra le altre cose, che anche i sedicenni potranno viaggiare in due sul motorino (vedi: “Motorini: in sella in due ma solo a sedici anni”). 

Si è, in sostanza, evitato il rischio di incorrere in un'ennesima procedura di infrazione

Più nel dettaglio, anche coloro che non hanno compiuto diciotto anni potranno ora andare in sella in due su ciclomotori, moto fino a 125 cc, tricicli e quadricicli leggeri, ovviamente purché i mezzi siano omologati per il trasporto doppio e il conducente sia possesso di idonea patente di guida. 

Il divieto, però, rimane per i minorenni quattordicenni e quindicenni.

È evidente che la riforma porterà conseguenze di non poco conto sul versante assicurativo

Innanzitutto è presumibile che l'aumento del rischio che la nuova norma genererà, comporterà un conseguente aumento dei premi assicurativi

In secondo luogo bisognerà capire cosa accadrà nel caso in cui il motorino rimanga coinvolto in un sinistro nel quale riporti lesioni il trasportato

Spesso, infatti, le polizze sottoscritte antecedentemente alla riforma per un motorino normalmente condotto da un minorenne prevedevano un abbattimento del premio a fronte della possibilità per la compagnia di rivalersi nei confronti del contraente in caso di lesioni riportate dal terzo trasportato: sussistendo il divieto di trasporto di terzi, la previsione era più che giustificata e, spesso, accettata anche “alla leggera”. 

Prima di beneficiare delle possibilità introdotte dalla nuova normativa, quindi, è fondamentale verificare i dettagli della polizza sottoscritta e valutare cosa potrebbe accadere in caso di incidente che coinvolga anche il passeggero minorenne. 


Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/08/2015 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF