Sei in: Home » Articoli

BRICIOLE DI DIRITTO: seconda settimana di marzo. Dal notaio che sbaglia i dati catastali al marito che fa regali invece di pagare il mantenimento

briciole martello giustizia
BRICIOLE DI DIRITTO: aggiornamenti flash sulle novità giurisprudenziali della settimana
A cura dell'Avv. Barbara Pirelli

Questa settimana: puccetta alla pizzaiola con scarafaggio responsabilità penale del panettiere; il notaio che sbaglia i dati catastali e' tenuto a risarcire i danni; e' inammissibile l'istanza di rinvio udienza trasmessa via fax.
E ancora: caduta dalle scale condominiali, chi risarcisce? L'automobilista che non paga il pedaggio autostradale che reato commette? l'assegno di mantenimento ai figli può essere sostituito con regali costosi?

Qui di seguito 47 sentenze comprese alcune "sentenze vintage".


1. Nel caso di mancata notifica, l'atto viene depositato presso l'ufficio postale ed al destinatario deve essere inviata una seconda raccomandata per metterlo a conoscenza della giacenza. A pena di nullità l'avviso deve contenere tutte le formalità eseguite. 
Giudice di Pace di Palermo Sentenza del 24 dicembre 2013


2. L'assegnazione della casa familiare non può essere revocata alla madre collocataria del figlio minore se lo stesso riferisce al CTU che la madre ha un nuovo compagno.
Il minore nella causa di separazione non può essere trattato come un testimone ne' dal giudice ne' dal CTU; con l'ascolto il minore e' portatore di un interesse proprio.
Corte di Appello di Catania del 12 dicembre 2013 

3.Puccetta alla pizzaiola con scarafaggio: responsabilità penale del titolare del panificio che risponde del reato di cui agli articoli 5 lettera b) e 6 L. 283/1962.
Tribunale di Lecce sentenza n. 175 del 29 gennaio 2014

4. Se una persona sottoposta al test dell'etilometro  insuffla poca aria nell'etilometro per boicottare la misurazione, si configura il reato del C.d.S di "rifiuto di sottoporsi al test."
Salvo che non venga accertata una patologia determinante l'insufficiente prova spirometrica.
Corte di Cassazione sentenza del 6 marzo 2014, n. 10925

5.La separazione non può essere addebitata al marito se,dopo la nascita del figlio, cessa di avere rapporti sessuali con la moglie e di conseguenza instaura una relazione extraconiugale con un'altra donna.
Il tradimento non è stato il motivo del fallimento matrimoniale, il ménage familiare si era già dissolto e la convivenza era diventata insostenibile.
Corte di Cassazione Civile ordinanza n. 2539 del 5 Febbraio 2014

6.Il notaio che nell'atto pubblico riporta i dati catastali non corretti dell'immobile e' tenuto a risarcire il danno al cliente. Il notaio per dare certezza al rogito deve sempre effettuare ricerche complete attraverso le visure  catastali storiche.
 Tribunale di  Napoli, sentenza n. 1438 del 30.01.2014.
 

7.Il genitore che abbandona il tetto coniugale perde il diritto di essere dichiarato collocatario dei figli minorenni.
Nel caso di specie una madre,in sede di separazione giudiziale, aveva chiesto che i figli minorenni venissero collocati presso di lei e, di conseguenza, che le venisse assegnata l'abitazione coniugale, anche se al momento della separazione non abitava più, da tempo, nell'ex casa familiare.
Corte di Cassazione sentenza n. 4537 del 26 febbraio 2014

8.La Cassazione annulla la sentenza di condanna nei confronti di Alberto Stasi accusato del reato di detenzione di materiale pedopornografico.
Nel computer di Stasi sono stati ritrovati minuscoli frammenti illeggibili di materiale informatico; non è stato provato che la frammentazione derivasse dalla parziale cancellazione di files previamente scaricati in maniera completa, né che l'imputato disponesse degli strumenti idonei alla ricomposizione in sequenze leggibili dei frammenti rinvenuti.
Corte di Cassazione la sentenza n. 10491 del 5 marzo 


9.Il condomino, proprietario di una unità immobiliare al piano terra, che installa indebitamente un cancello di ferro limita il libero accesso agli altri condomini, anche se promette di consegnare le chiavi( consegna che non si è poi concretizzata).
Gli altri condomini possono, dunque, esercitare l'azione di reintegrazione ( art. 1168 c.c.)perché si è verificata una violazione della proprietà comune.
Corte di Cassazione sentenza n. 5215 del 5 Marzo 2014. 


10.Il marito che si avvicina al centro abitato dove dimorano la moglie e i figli, eludendo il provvedimento del giudice che aveva vietato tale avvicinamento, commette il reato di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice( art. 388c.p.p.) e non la contravvenzione prevista dall'art. 650 c.p.( inosservanza dei provvedimenti dell'Autorita') che ha carattere residuale.
Corte di Cassazione sentenza n. 9397 del 1 febbraio 2013

11.Non si può proporre reclamo avverso l'ordinanza che decide la sospensione dell'efficacia esecutiva della sentenza di primo grado.
Tribunale di Taranto provvedimento del 26.2.2014 Est. Claudio CASARANO( articolo all'interno di Studio Cataldi)

12."Sentenza vintage"
I genitori che si rifiutano di sottoporre il figlio alle vaccinazioni obbligatorie vanno sanzionati.
Corte di Cassazione sentenza n. 13346 del 1 giugno 2010


13.Il datore di lavoro può avvalersi di soggetti esterni, diversi da quelli individuati dagli articoli 2 e 3 della legge 300/1970( norme  sulla tutela della liberta' e dignita' dei lavoratori, della liberta' sindacale e dell'attivita' sindacale, nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento)per verificare l'effettiva condotta dei dipendenti.
Corte di Cassazione sentenza n. 4984 del 4 Marzo 2014. 

14."Sentenza vintage".
Alla moglie casalinga, abituata a un elevato tenore di vita che indossava sempre abiti firmati e gioielli, l'ex marito è tenuto a versare un assegno mensile di importo considerevole in modo da consentirle di proseguire nell'acquisto di questi beni”.
Corte di Cassazione sentenza n. 1612 del 24 gennaio 2011

15.L'automobilista colto da improvviso malore non risponde di omicidio colposo se perde il controllo dell'auto ed investe ed uccide un passante. Determinante la mancanza di tracce lasciate sulla carreggiata che non indicano nessuna manovra volta a recuperare il controllo del mezzo . 
Corte di Cassazione sentenza n. 11002 del 6 marzo 2014


16.Deve considerarsi immotivata l'ordinanza che rigetta l'istanza del difensore dell'imputato di differimento dell'udienza  per precedenti improrogabili impegni professionali laddove detta istanza risulta non solo largamente tempestiva ma che abbia  analiticamente prospettato le ragioni per cui il difensore non è in grado di farsi sostituire né nel presente procedimento, né in quello costitutivo dell'impedimento.
 Il giudice  del merito non ha spiegato per quale motivo non fosse stato  possibile disporre un rinvio compatibile con la sospensione dei termini di prescrizioni conseguente all'eventuale concessione del medesimo.
 Corte di Cassazione sentenza n. 11803 dell'11 marzo 2014


17L'istanza di rinvio di udienza, per concomitante impegno del difensore, e' inammissibile se viene trasmessa via fax.
L'art. 121 c.p.p. stabilisce,infatti, che le parti hanno l'obbligo di presentare le memorie e le richieste rivolte al giudice mediante il deposito in cancelleria; il ricorso allo strumento del fax e' invece riservato al personale di cancelleria ai sensi dell'art. 150 c.p.p.
Corte di Cassazione, sentenza 10 febbraio 2014 n. 7058.

18Il giudice della separazione non ha poteri illimitati e non può pertanto porre a carico di uno dei due coniugi l'onere di versare il mantenimento senza che l'altro ne abbia fatto espressa richiesta.
L'obbligo di corrispondere l'assegno di mantenimento insorge laddove il coniuge economicamente più debole, con le sue sole sostanze, non sia in grado di mantenere il tenore di vita goduto in costanza di matrimonio. 
Ma la richiesta di mantenimento deve essere avanzata espressamente dal coniuge economicamente più debole.
Corte di Cassazione Civile sentenza n. 5131 del 5 Marzo 2014. 
 


19."Sentenza vintage"
L'assegno di mantenimento ai figli non puo' essere sostituito anche con regali molto costosi. Nel caso di specie un padre separato non versava alla ex moglie il mantenimento stabilito in favore del figlio. Al minore regalava però un computer ed abiti firmati.
Non ha alcuna importanza che nel complesso le spese per i regali superino,a volte, la cifra dell'assegno di mantenimento.Il padre e' tenuto a versare l'assegno di mantenimento e non può sostituirlo con regali o altre donazioni.
Corte di Cassazione, sentenza n. 8998 del 5 marzo 2010

20"Sentenze vintage" sul difetto di validità della costituzione di parte civile .
Il deposito della costituzione di parte civile  fatta in udienza da parte di un sostituto processuale, privo di legittimazione, e non già dal procuratore speciale regolarmente incaricato non è valido.
Però, secondo l'indirizzo costante della giurisprudenza,il vizio può essere sanato  dalla presenza all'udienza stessa della persona offesa, poiché in tal caso la costituzione di parte civile deve ritenersi effettuata direttamente dal titolare del relativo diritto.(Cass. n. 13699/2006; Cass. n. 19548/2010). 
Inoltre, secondo giurisprudenza consolidata e' considerata sanabile la costituzione di parte civile da parte del sostituto processuale, quando la procura speciale, conferita dalla persona offesa ex art. 122 c.p.p., preveda espressamente la facoltà per il procuratore di avvalersi di sostituti, ancorché non individuati, anche in funzione dell'esperimento dell'azione civile nel processo penale, tesa ad ottenere il risarcimento del danno patito dalla persona offesa (Cass. n. 11954/2005). 


21.Se un pedone cade in una buca il Comune e' tenuto a risarcire il danno se non prova che il danno e' stato determinato dalle condizioni del manto stradale interessato dai lavori dopo la chiusura del cantiere.
Quindi, l'amministrazione comunale risponde in qualità di custode.
Tribunale di Ragusa Sentenza n.26 del 23 gennaio 2014


22. La relazione del CTU può superare quanto dichiarato dalle parti nella constatazione amichevole di incidente firmata al momento del sinistro.
 Corte di Cassazione sentenza n. 5641 del 12 marzo 2014


23.L'avvocato rischia di perdere il compenso e di dover risarcire l'assistito anche nel caso di "negligenza inconsapevole" considerata come pregiudizievole per il cliente. Corte di Cassazione sentenza n. 5410 del 7 marzo 201

24.Anche nel caso di satira scatta il reato di diffamazione se il contenuto delle frasi e' oggettivamente offensivo ed è importante anche il contesto in cui le frasi sono state pronunciate; quindi, se le frasi sono altamente allusive ed il contenuto delle stesse e' percepibile dall'uomo medio.
Corte di Cassazione sentenza  n. 5499 del 10 marzo 2014


25.La moglie precaria ha diritto all'assegno di mantenimento se manca la certezza che abbia un nuovo convivente stabile.
Questo perché ci sono due versioni contrastanti sull'entità dell'attività lavorativa svolta dalla beneficiaria del trattamento e sull'esistenza o meno di una sua nuova convivenza more uxorio che incida in qualche modo sul suo mantenimento. 
Corte di Cassazione sentenza n. 5394 del 7 marzo 2014


26.Il notaio non è responsabile per negligenza professionale se dopo aver informato gli acquirenti dell'esistenza di un'iscrizione ipotecaria sull'immobile, non dissuade gli stessi dalla stipula dell'atto. Questo adempimento non rientra nello svolgimento della propria attività professionale. 
Corte d'Appello di Palermo sentenza  n. 1423 del 30 settembre 2013

27.L'ex marito, beneficiario della casa coniugale, è tenuto a versare l'assegno divorzile alla ex moglie nonostante la stessa non ne avesse fatto domanda durante il giudizio di separazione. La determinazione di assegno divorzile è indipendente dalle statuizioni patrimoniali operanti in vigenza di separazione dei coniugi". Il procedimento di divorzio e' autonomo e indipendente rispetto a quello, precedente, di separazione, consensuale o giudiziale. 
Corte di Cassazione sentenza n. 5131 del 5 Marzo 2014.


28.Il datore di lavoro che si assenta spesso dall'ufficio non è esonerato da responsabilità nel caso di violazioni delle norme in materia di sicurezza dei lavoratori, in quanto è tenuto a conoscere e governare l'organizzazione del lavoro e dei turni dei dipendenti.
 Corte di Cassazione sentenza n. 11162 del 7 marzo 2014

29. Al tossicodipendente non si può contestare il reato di spaccio di droga se viene ritrovata in casa una scorta( per i mesi futuri ) di sostanza stupefacente per uso strettamente personale. Nel caso in oggetto, la sostanza era di 9,5 grammi corrispondenti a 20 dosi medie singole che, considerata la quantità che l'imputato assumeva settimanalmente, la scorta era di circa nove mesi . 
Corte di Cassazione sentenza n. 11900 del 12 marzo 2014

30. L'automobilista che non paga il pedaggio autostradale e quindi le spese ulteriori ,dovute all'omesso pagamento immediato del pedaggio autostradale, risponde del  reato di insolvenza fraudolenta.
Tali importi rientrano nell'oggetto dell'obbligazione assunta dall'imputato con la presa in consegna del talloncino di ingresso nell'autostrada. 
Corte di Cassazione sentenza n. 11754 del 11 marzo 2014


31.Se il matrimonio e' stato celebrato in Italia ed entrambi i coniugi sono residenti in Italia, la sentenza straniera di divorzio non può essere riconosciuta in Italia anche se c'è stato l'accordo tra le parti.
 La legge applicabile allo scioglimento del matrimonio relativo ai ricorrenti è quella italiana, in quanto legge nazionale comune dei coniugi. 
Corte di Cassazione sentenza n. 5710 del 12 marzo 2014

32.Si applica il "foro del consumatore" per i contratti conclusi telefonicamente.
La direttiva 93/13/CEE del Consiglio, prevede espressamente che il consumatore deve godere della medesima protezione nell'ambito di un contratto orale e di un contratto scritto». 
Corte di Cassazione sentenza n. 5705 del 12 marzo 2014

33.Anche nel caso di contenzioso tra cliente-avvocato si applica il foro del consumatore.
La ragione di ciò è spiegata dal fatto che l'obbligo di sostenere il giudizio in una località diversa da quella di residenza o di domicilio, limiterebbe fortemente il diritto del consumatore di agire in giudizio, in special modo quando,  la controversia sia di esiguo valore monetario. 
Corte di Cassazione sentenza n. 5703 del 12 marzo 2014

34.La notifica di un atto impositivo e' valida anche se l'ufficiale giudiziario consegna l'atto al parente in stato di incapacità naturale. Non è richiesto all'ufficiale giudiziario di compiere indagini particolarmente approfondite sulla capacità del consegnatario, essendo sufficiente un esame superficiale.
 Corte di Cassazione sentenza  n. 5669 del 12 marzo 2014

35. Chiunque impaurisca una persona tenendola  chiusa in auto, abusando anche sessualmente di lei, risponde penalmente per stalking e per sequestro di persona anche se manca la costrizione fisica: basta infatti privare la vittima della capacità di agire secondo la propria autonoma e indipendente volontà. 
 Corte di Cassazione sentenza n. 10820 del 6 marzo 2014

36. Chi ruba un automobile lasciata incustodita sulla pubblica via, risponde  di furto con l'aggravante della esposizione per consuetudine alla pubblica fede anche  se l'autovettura sia stata lasciata con gli sportelli aperti e le chiavi inserite nel cruscotto. 
Corte di Cassazione sentenza n. 11167 del 7 marzo 2014

37. Se il giudice viola l'obbligo di astenersi rischia sanzioni disciplinari ma la sentenza resta valida.
La parte ha il diritto di ricusare il giudice che non si è astenuto, dunque, sono eventualmente nulli gli atti compiuti dal giudice dopo l'accoglimento della ricusazione.
 Corte di Cassazione sentenza n. 11843 del 12 marzo 2014

38.Per verificare se un esercente venda prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione, non serve procedere al prelievo di campioni, se i prodotti alimentari si presentano all'evidenza mal conservati( il c.d. color morte)
Corte di Cassazione sentenza  n. 11539 dell'11 marzo 2014

39.Non è valida la richiesta di rinvio dell'udienza penale fatta dall'avvocato con la Pec.
Pertanto alla parte privata, nel processo penale, l'uso di tale mezzo informatico di trasmissione non è - allo stato - consentito quale forma di comunicazione e/o notificazione. 
Corte di Cassazione sentenza n. 7058 del 13 febbraio 2014

40. Il figlio che ha perso il padre, in un incidente stradale, prima della nascita ha diritto a essere risarcito di tutti i danni, patrimoniali e non, anche se al momento dell'incidente era solo concepito. 
Corte di Cassazione sentenza n. 5509 del 10 marzo 2014

41. In tema di reati tributari, i versamenti sospetti sul conto non legittimano da soli la condanna per evasione fiscale.
Spetta al giudice penale la determinazione dell'ammontare dell'imposta evasa procedendo d'ufficio ai necessari accertamenti, eventualmente mediante il ricorso a presunzioni di fatto. 
Corte di Cassazione sentenza n.10811 del 6 marzo 2014

42. Nel caso di querela depositata tramite incaricato, la sottoscrizione che deve essere autenticata è solo e soltanto quella del querelante. Nessuna norma prevede una autenticazione della sottoscrizione da parte dell' incaricato di depositare la querela per conto di un terzo,  neppure è prevista un'autenticazione della sottoscrizione del querelante da parte del mero incaricato al deposito.
 Corte di Cassazione sentenza n. 11157 del 7 marzo 2014

43. "Sentenza vintage"
Commette il reato di stalking chi nella chat privata di Facebook tartassa di messaggi i propri contatti.
Le sanzioni previste sono la custodia cautelare o l'ammonimento del Questore.
 Corte di Cassazione sentenza n. 32404 del 30.08.2010.

44. Perché si verifichi l'usucapione di un fondo non basta dimostrare di averlo coltivato per 20 anni.
Sono necessari altri elementi tipo: aver recintato la proprietà o l'aver stravolto la coltura del terreno.
Corte di Cassazione  sentenza n. 18215 del 29.07.2013.

45.Chi  cade dalle scale condominiali, a causa del pavimento scivoloso, per ottenere il risarcimento  deve provare il collegamento tra un pericoloso trattamento del pavimento( ad esempio la cera sul pavimento)da parte del condominio e l'incidente da lui subìto.
Corte di Cassazione sentenza n. 4277 del 24.02.2014.

46.La pensione non può essere pignorata al di sotto del c.d. minimo vitale che corrisponde ad euro 516,46.
Questo limite non vale però sempre, infatti,  il pensionato può vedersi pignorare l'intera pensione quando le somme vengono depositate sul conto corrente bancario.
 Tribunale di Napoli  sentenza del  28.05.2013.

47.Lo spazio minimo individuale per ogni detenuto dovrebbe essere pari o superiore a tre metri quadri, deve essere scomputata dalla superficie l'area occupata dagli arredi.
Corte di Cassazione sentenza 19 dicembre 2013, n. 5728
 

 









Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/03/2014 - Briciole di diritto)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF