Ai sensi dell'art. 2600 cod. civ., la reiezione della domanda di risarcimento del danno, conseguente all'accertamento dell'insussistenza di atti di concorrenza sleale, implica necessariamente il rigetto dell'istanza di pubblicazione della sentenza, sicchè la .mancata statuizione espressa del giudice su quest'ultimo punto non integra vizio di omessa pronuncia. (Corte di Cassazione - sez. I civ. - sentenza 8763 del 30 maggio 2003 - in www.cassazione.it)
Condividi
Feedback

(12/06/2003 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Coronavirus: stop agli incontri tra padre e figlio residenti in comuni diversi
» Arriva il reddito d'emergenza