Sei in: Home » Articoli

Consiglio di Stato: la guida in stato di ebbrezza non blocca la concessione della cittadinanza

autovelox
La guida in stato di ebbrezza non blocca la concessione della cittadinanza. questa la decisione adottata dai giudici di Palazzo Spada (sentenza n. 1037, depositata il 18 febbraio 2011) che hanno accolto il ricorso di un cittadino straniero il quale, vivendo da dieci anni nel nostro territorio, richiedeva la concessione della cittadinanza. In seguito alla negazione di tale richiesta, sulla base di una contravvenzione risalente al 1995, per guida in stato di ebbrezza, l'uomo faceva ricorso al Consiglio di Stato. I giudici amministrativi si secondo grado, accoglievano cos la richiesta del cittadino straniero, spiegando che, sulla base di quanto prescrive l'art. 9 legge n. 91 del 1992, la concessione della cittadinanza un provvedimento discrezionale adottato sulla base di una valutazione sull'avvenuta (o meno) integrazione del cittadino nel nostro territorio, (a nulla rilevando la contravvenzione per guida in stato di ebbrezza).
(22/02/2011 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Privacy: da oggi in vigore il Gdpr, ecco la guida per gli avvocati
» Affido condiviso: s alla shared custody dei figli
» Cassazione: lo screenshot vale come prova
» Le misure cautelari personali coercitive
» Telefono: i costi di disattivazione sono illegittimi


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss