vetro rotto da incidente
Alex ...il mitico MONDIN, uno vigile più che un semplice Vigile di Sommacampagna, provincia di Verona, avanza la seguente proposta: "Ancorchè fosse vero che la sanzione dovesse avere quale unico scopo essere un educativo deterrente alle violazioni alla norma, ma perchè non agire a monte? Perchè non creare il presupposto affinchè la norma non possa essere violata? Esempi? Veicoli con velocità limitata a livello costruttivo e mediante interattività con la segnaletica stradale; la tecnologia già ci sarebbe ... è la volontà politica?... Ecco allora come si può intuire chi dovrebbe essere il primo responsabile della violazione di norme per cui oggi paga l'utilizzatore finale. Vero è che la sanzione proporzionale al reddito comunque non attenuerebbe la propensione alla violazione di colui il cui reddito è tale da potersi comunque permettere di trasgredire; rimarrebbe pertanto l'impedire le condizioni per cui la violazione possa venire attuata (ma ciò non gioverebbe alle casse dei destinatari dei proventi delle sanzioni irrogate)". - I puntini sono stati apposti dall'Autore. Grazie Alex, leggerTi è sempre un piacere!

Altri articoli di Paolo Storani | Law In Action | Diritti e Parole | MEDIAevo | Posta e risposta
Condividi
Feedback

(17/02/2011 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilit civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
In evidenza oggi: