Sei in: Home » Articoli

Spot Tim, consumatori contro Belen e la società la licenzia

E' ufficiale: la Tim ha licenziato Belen Rodriguez, o meglio, non ha rinnovato il contratto con la bella soubrette argentina, a causa di alcuni inconvenienti, che sarebbero emersi da indagini effettuate sui consumatori italiani. In sostanza, qualche mese fa, la Tim avrebbe commissionato un'indagine sulla clientela, un fatto rituale per una grande azienda di telefonia, ma i risultati emersi avrebbero impressionato negativamente i manager della società italiana. Infatti, il sondaggio avrebbe dimostrato una bassa preferenza di un certo target di pubblico verso l'ex modella, ritenuta poco credibile come figura-tipo di donna italiana. E i dati del sondaggio combacerebbero con quelli delle vendite, che mostrerebbero un calo tra la clientela delle famiglie, su cui la Tim ha sempre primeggiato. In sostanza, la Tim avrebbe perso clienti tra le famiglie, a causa di un errore di comunicazione della propria immagine del brand, che avrebbe allontanato un segmento forte di clientela per l'azienda. La società è così corsa ai ripari, licenziando la Rodriguez, colpevole di essere troppo hard, agli occhi della famiglia tipica italiana, e ha deciso di assumere al suo posto una molto più tranquilla e al momento anonima Bianca Balti, modella di 24 anni, nata a Lodi.
E chissà se però così avrà deluso la clientela maschile, senza nulla togliere alla bellissima Bianca.
(14/02/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF