Sei in: Home » Articoli

Maxi blitz antidroga - Gip Macerata - Pericolo di fuga - Non sussiste

sentenza martello giustizia
Sapete com'andata a finire la storia di Massimo, il gommista gentile della news dell'8 feb '11 coinvolto nell'operazione 'Alejandro'? Ha patteggiato la pena per l'accusa di detenzione di droga, relativa al rinvenimento di cocaina in casa, e se n'è tornato in libertà. Il Gip non ha ravvisato alcun pericolo di fuga, concreto ed attuale. Tra l'altro, sembra che il provvedimento, della lunghezza di ben 1.473 pagine, disponesse fermi in modo indistinto, richiedendo la misura della custodia cautelare per una persona che si ritiene responsabile di un reato sol perché per altre, pure coinvolte nella vastissima indagine, si temesse potessero fuggire.
E' avanti agli occhi di tutti quanto sia delicato ed importante il ruolo del Giudice per le Indagini Preliminari nell'architettura del nostro sistema procedimentale.
(11/02/2011 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF