codacons id9413.png
Il Codacons rende noto in un comunicato stampa di aver depositato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma a seguito delle notizie relative ad una possibile compravendita di parlamentari in relazione al voto di fiducia del prossimo 14 dicembre. Secondo l'associoazione dei consumatori, a prescindere dal colore politico di chi compra e chi si vende "il mercato dei voti nel mondo parlamentare è una vera e propria violenza alla democrazia. Una fiducia ottenuta attraverso la compravendita di politici e relativi voti, poi, è una fiducia fasulla che non legittima a governare, e che anzi danneggia in modo diretto la collettività". Secondo il Codacons è necessario "un intervento della magistratura, per fare immediatamente luce e chiarezza sulla vicenda poichè, accertati i fatti e le eventuali responsabilità, si potrebbero configurare in relazione al sistema del mercato dei voti - da chiunque messo in atto, sia maggioranza che opposizione - diverse fattispecie penalmente rilevanti".
Vedi anche:
Il contratto di compravendita
Condividi
Feedback

(11/12/2010 - N.R.)
In evidenza oggi: