Sei in: Home » Articoli

Cassazione: non si licenzia chi si sposa

Non si licenzia chi si sposa. E' dunque nullo il licenziamento della lavoratrice intimato nel periodo compreso fra la richiesta della pubblicazione di matrimonio e il compimento di un anno dalla celebrazione. Di conseguenza la lavoratrice ha diritto ad essere riammessa in servizio. Con tanto di risarcimento. Lo ha stabilito la Cassazione che ha accolto il ricorso di Gabriella P., una biologa di Siracusa che aveva perso il posto di lavoro a cinque giorni dalle nozze (sposatasi il 20 giugno del '94 era stata silurata il 15 dello stesso mese). Un allontanamento ingiustificato per Gabriella che si era rivolta al Pretore di Siracusa per essere reintegrata ed ottenere il risarcimento del danno subito.
Esaudita nelle sue richieste, la biologa aveva visto limitare la condanna dell'azienda al pagamento di dodici mensilita' della retribuzione dal Tribunale di Siracusa.
(23/05/2003 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
» Pensioni donne: arriva la riduzione fino a 2 anni per chi ha figli
» Isee precompilato: obbligatorio da settembre 2018
In evidenza oggi
Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderireAssicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF