Con la sentenza n. 7996 depositata il 10 novembre scorso, il Consiglio di Stato ha stabilito che è legittima l'esclusione dall'appalto dell'azienda che non specifica il rappresentante delegato. Secondo i giudici amministrativi di secondo grado, questo elemento sarebbe indice di poca "serietà" della partecipazione. L'impegno a conferire il mandato collettivo con rappresentanza è infatti un elemento essenziale della espressione della volontà in sede di gara.
Condividi
Feedback

(21/11/2010 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Avvocati: illecito chiedere compensi al cliente ammesso al gratuito patrocinio
» Coronavirus: mutui sospesi fino al 30 settembre su richiesta