Sei in: Home » Articoli

Stalking: Baio, in preparazione un DDL contro le cybermolestie

Emanuela Baio, senatrice PD, ha dichiarato che solo nell'ultimo mese si sono registrati ben 21 casi di stalking e che oggi dobbiamo confrontarci anche con il cyberstalking. Si tratta secondo la senatrice di "fenomeni antisociali dai contorni bui e agghiaccianti che necessitano di un urgente intervento legislativo". La Baio, che denuncia che "Siamo di fronte ad una condotta persecutoria e assillante che colpisce, ferisce e infierisce sulla dignita' della donna che in molti casi perde la propria vita. E' inaccettabile. Telefonate continue a qualsiasi ora del giorno e della notte, sms assillanti e oggi anche mail con insulti e offese, e persecuzioni telematiche anche tramite facebook, ecco il nuovo fenomeno del cyberstalking". "Verita' celate, false identita', silenzi e omerta' -aggiunge- contraddistinguono questo reato in costante aumento soprattutto sul web. Il 15% in piu' dei casi di stalking si registra siano attuati per via telematica.
Le istituzioni e il governo non possono rimanere in silenzio di fronte a questa a sua volta silente e insidiosa violenza psicologica che spesso sfocia in violenza fisica. La mancanza di soldi questa volta non puo' essere una scusa, serve un intervento legislativo urgente che inserisca anche il cyberstalking come reato. La Cassazione, con la sentenza 32404, ha stabilito che anche su Facebook si puo' configurare il reato di stalking. Ma si puo' e si deve fare di piu'". La senatrice annuncia di avere già pronto un disegno di legge "che oltre a riconoscere il cyberstalking come reato ha l'obbiettivo di istituire appositi centri di monitoraggio del web".
Vedi anche:
La guida completa sul reato di stalking
(17/09/2010 - Notiziario)
Le più lette:
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Pensioni: Ape volontaria, pronte le convenzioni
» Diritto di recesso: cos'è e come si esercita
In evidenza oggi
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione
Autovelox: addio multa sul rettilineo senza l'altAutovelox: addio multa sul rettilineo senza l'alt

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF