Sei in: Home » Articoli

Cassazione: si al licenziamento del lavoratore ubriaco

La sezione lavoro della Corte di Cassazione ha stabilito che rientra nella giusta causa di licenziamento il fatto di aver sorpreso il lavoratore ubriaco mentre sta svolgendo le proprie mansioni. Nel caso esaminato dalla Corte il licenziamento Ŕ stato considerato legittimo in considerazione dell'accertata gravitÓ del fatto contestato anche perchŔ il lavoratore risultava recidivo. I giudici di Piazza Cavour fanno anche notare che l'apprezzamento della gravitÓ del fatto in rapporto alle previsioni contrattuali e normative costituisce un apprezzamento incensurabile in cassazione, ove adeguatamente motivato.
(11/09/2010 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Anche l'avvocato negligente va pagato
» Conto corrente gratis in vigore
» Avvocati: assicurazione professionale anche per i praticanti
» Conto corrente gratis in vigore
» Usura: le Sezioni Unite sulla commissione di massimo scoperto


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss