Sei in: Home » Articoli

Cassazione: si al licenziamento del lavoratore ubriaco

La sezione lavoro della Corte di Cassazione ha stabilito che rientra nella giusta causa di licenziamento il fatto di aver sorpreso il lavoratore ubriaco mentre sta svolgendo le proprie mansioni. Nel caso esaminato dalla Corte il licenziamento Ŕ stato considerato legittimo in considerazione dell'accertata gravitÓ del fatto contestato anche perchŔ il lavoratore risultava recidivo. I giudici di Piazza Cavour fanno anche notare che l'apprezzamento della gravitÓ del fatto in rapporto alle previsioni contrattuali e normative costituisce un apprezzamento incensurabile in cassazione, ove adeguatamente motivato.
(11/09/2010 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Addio definitivo alla SiaeAddio definitivo alla Siae
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF