Sei in: Home » Articoli

Tar: legittima non inclusione commercialisti nela categoria di soggetti esonerati dalle prove valutative per iscrizione all'albo dei consulenti finanziari

Con la sentenza n. 31825 il Tar Lazio ha stabilito che è legittima l'esclusione dei commercialisti dalla categorie dei soggetti esonerati dalle prove valutative per l'iscrizione all'albo dei consulenti finanziari. I giudici di legittimità laziali nel respingere il ricorso presentato dal Consiglio Nazionale dei dottori commercialisti e degli Esperti contabili, hanno infatti precisato che "la scelta dell'Amministrazione di limitare alle sole categorie (sopra citate) il beneficio dell'esonero dalla prova valutativa, appartiene al non irragionevole apprezzamento di merito consentito nella sede regolamentare, di modo che non appare sussistente nella specie alcuna illegittima disparità  di trattamento dei commercialisti iscritti all'albo rispetto ai soggetti beneficiari dell'esonero in questione, trattandosi di categorie professionali comunque diverse ed essendo non palesemente irragionevole la valorizzazione, per i soli soggetti di cui al comma 3 dell'art. 2 del DM in questione, della prova e dimostrazione di una professionalità  concreta tale da rendere inutile lo svolgimento della prova valutativa.
(05/09/2010 - Luisa Foti)

In evidenza oggi:
» Riforma processo civile: ecco la bozza
» Cassazione: illegittima la sentenza che liquida solo spese vive senza onorari
» Cassazione: bigenitorialità non vuol dire tempi uguali coi figli
» Legge 104: congedo straordinario anche al figlio non convivente
» RcAuto, pagare a rate non conviene
Newsletter f g+ t in Rss