Sei in: Home » Articoli

Cassazione: la legge non ammette ignoranza anche se l'imputato è extracomunitario e poco scolarizzato

Indipendentemente dal suo livello culturale, l'extracomunitario non può invocare l'esimente dell'ignoranza della legge italiana. È questo l'importante principio di diritto emesso con la sentenza n. 26799, depositata il 12 luglio scorso, con cui la Corte di cassazione ha rigettato il ricorso di un extracomunitario che, in seguito a condanna per ricettazione ed altri reati aveva eccepito l'ingnoranza della legge italiana sulla base di un livello di scolarizzazione molto basso. Ma i giudici hanno rigettato il ricorso sulla base del principio informatore dell'intero ordinamento e cioè “ignorantia legis non excusat”.
(28/08/2010 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» L'Inps cerca avvocati
» Responsabilità medica: la colpa lieve resta
» L'Inps cerca avvocati
» Anche all'avvocato spettano i contributi agricoli
» Avvocati: domani niente udienze


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss