Sei in: Home » Articoli

'Liberare il lavoro per liberare i lavori': al via il piano triennale per rilanciare lavoro

Secondo quanto rende noto il ministero del Welfare, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri scorso, il piano triennale "Liberare il lavoro per liberare i lavori", il progetto in favore del lavoro elaborato dal Ministro Sacconi che mira a formulare possibilità di riforma del mercato del lavoro attraverso la crescita economica e con la creazione di maggiore occupazione. Secondo quanto emerge dalla nota diffusa dal Governo, il piano metterà l'accento sulla produttività del lavoro, ("attraverso l'adattamento reciproco delle esigenze di lavoratori e imprese nella contrattazione di prossimità, le forme bilaterali di indirizzo e gestione dei servizi al lavoro, l'incremento delle retribuzioni collegato a risultati e utili della impresa), sulla occupabilità delle persone, ("attraverso lo sviluppo delle competenze richieste dal mercato del lavoro, con particolare riferimento ai giovani e alle donne") e sull'emersione dell'economia informale e un'efficace azione di contrasto del lavoro irregolare. Per rilanciare il lavoro, il piano punterà a liberare il mondo del lavoro dall'oppressione fiscale, burocratica e formalistica, dal conflitto collettivo e individuale e dalla insicurezza, dalla illegalità e dal pericolo, dal centralismo regolatorio e della incompetenza.
Per lteriori informazioni, www.lavoro.gov.it
(16/08/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Curriculum vitae europeo: guida, fac-simile e consigli pratici
» Equitalia: nulle le cartelle esattoriali a mezzo pec col pdf
» Il reato di ricettazione
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: acquisto strumenti informatici al 50%
In evidenza oggi
Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pecOpposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non pagaAvvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF