Depressione da lavoro? Il lavoratore ha diritto ad un maxi risarcimento, anche se e' predisposto per natura a crisi depressive. Lo ha stabilito la Cassazione che ha accolto il ricorso di Rosario M., un impiegato di un'azienda genovese che era caduto in una profonda sindrome ansioso-depressiva dopo di essere stato dequalificato. Per i giudici di piazza Cavour se il lavoratore cade in depressione, il datore di lavoro e' tenuto a risarcirlo al 100% in nome degli obblighi di ''tutela della salute''.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: