Sei in: Home » Articoli

Coniuge rifiuta l'offerta di lavoro dell'ex marito? Questo rifiuto non determina la riduzione dell'assegno di mantenimento

Condividi
Seguici

sentenza martello
Con la sentenza 17347 depositata il 23 luglio 2010 la Corte di cassazione ha stabilito che al coniuge che rifiuta l'offerta lavorativa del suo ex compagno non può essere ridotto l'assegno di mantenimento a meno che non si riesca a provare che il lavoro offerto sia adeguato alla sua qualifica professionale. Nel caso di specie la Prima Sezione Civile, dopo aver ribadito il principio sopra enunciato ha spiegato che la sentenza di merito "ha escluso la negligenza della condotta della (donna) nel rifiutare le offerte di lavoro" infatti "il rifiuto di accettare possibilità d'impiego non può essere considerato, di per sé solo, espressione di renitenza a provvedere al proprio mantenimento".
(28/07/2010 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Cassazione: non è reato non pagare le spese legali all'avvocato
» Cassazione: la busta paga prova le ferie non godute
» L'omicidio colposo. Guida legale aggiornata
» La denuncia anonima
» Chi mantiene da solo il figlio ha diritto di regresso verso l'altro genitore

Newsletter f t in Rss