La Cassazione critica il ddl di riforma dell'ordinamento giudiziario appena modificato dal maxiemendamento del governo. Lo fa con un documento di una quindicina di pagine firmato dal Primo presidente della Cassazione Nicola Marvulli e dal Procuratore generale, Francesco Favara. Il documento, approvato l'8 aprile dopo varie modifiche, ha ottenuto il placet unanime dal gruppo consultivo della Cassazione (l'organismo e' in funzione da tre anni) composto da 12 magistrati ed e' gia' arrivato al Csm.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: