Il presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua, in un intervista a Labitalia ha dichiarato, facendo riferimento alle verifiche sui falsi invalidi che l'Istituto fara' nei prossimi anni, che c'è "la necessita' di capire quello che e' avvenuto nel passato. Non vogliamo essere visti come quelli che fanno i controlli e che effettuano un'azione repressiva nei confronti degli invalidi". La cosa su cui l'istituto è maggiormente impegnato, spiega il presidente, "e' la cosiddetta 'rivoluzione del 1° gennaio' che ha cambiato il settore dell'invalidita' civile. [...]Tutte le domande vengono presentate all'Inps in via telematica, quindi non c'e' nessun tipo di intermediazione se non il computer. Le visite vengono fatte attraverso un calendario fissato direttamente dall'Istituto sul computer ed entro 120 giorni si vede se una persona ha diritto o meno e gli viene riconosciuta ed erogata la sua indennita'". Saranno garantiti tempi certi dunque per riconoscere alle persone che ne hanno diritto l'indennita' di invalidita' o di accompagnamento.
Altre informazioni su questo argomento
Condividi
Feedback

(22/06/2010 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Taglio del cuneo fiscale dal 1° luglio 2020
» Pochi spiccioli di reddito di cittadinanza? Niente bonus coronavirus!