La Corte di Cassazione, con sentenza 1 giugno 2010, n. 20647, ha ritenuto legittima la condanna inflitta al direttore generale di un'azienda che si appropri indebitamente di una serie di disegni tecnici ed altri documenti coperti da segreto per sfruttarne il valore e dare inizio ad una nuova società. La sottrazione degli stessi invece non sarebbe così grave da configurare, secondo la Corte di Cassazione, i reati di turbativa del mercato e di concorrenza illecita.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: