Sei in: Home » Articoli

Cassazione: pescivendoli controllino di persona il pesce. Non si attenda il controllo della Usl, scattano multe salate

Roma - (Adnkronos) - I venditori di pesce hanno l'obbligo di controllare di persona il prodotto ittico prima di metterlo in vendita, senza demandare la mansione ai veterinari della Usl. Se non si attengono a queste disposizioni scattano multe salate. Lo ha stabilito la Cassazione che ha confermato la condanna a 1.730 euro di multa a Giuseppe I., un venditore di pesce al mercato ittico di Torino, 'reo' di aver detenuto per la vendita 64 chili di sgombri invasi da larve vive. Contro la sanzione inflitta dal Tribunale di Torino si e' opposto in Cassazione il pescivendolo che si e' difeso sostenendo che solo al servizio veterinario incombeva l'obbligo di effettuare un controllo parassitologico quotidiano sul pescato.
(06/04/2003 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Addio definitivo alla SiaeAddio definitivo alla Siae
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF