Sei in: Home » Articoli

Cassazione: botte fuori dall'ufficio, capo non licenziabile. Reintegrato dirigente che picchio' dipendente al bar

Condividi
Seguici

Roma - (Adnkronos) - Il capo di un'azienda che picchia un dipendente fuori dall'ufficio non puo' essere licenziato. Le botte fuori dall'azienda, infatti, non costituiscono ''giusta causa di licenziamento''. Parola di Cassazione che ha respinto il ricorso di un'azienda torinese che aveva silurato il dirigente per aver aggredito al bar un suo sottoposto, provocandogli lesioni personali. Un comportamento disdicevole ad avviso della Safilplast, appunto l'azienda che non ci aveva pensato due volte a silurare per ''motivi disciplinari'' Marcello D. B., il dirigente manesco che aveva aggredito il dipendente, Fabio T. Per la Corte di Cassazione, invece, gli ''accesi diverbi'' che non avvengono 'intra moenia', non possono costituire giusta causa di licenziamento.
Anche se il diverbio avviene nel bar sotto l'azienda.
(10/04/2003 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Fino a tre anni di prigione per chi offende il prof
» Incidenti stradali: aumenta il danno biologico
» Il testo del codice di procedura penale aggiornato. Anche in formato PDF
» Online la versione aggiornata del codice penale. Anche in PDF
» Guidare un natante senza patente nautica: ecco tutte le regole

Newsletter f t in Rss