internet id8388
Il progressivo crescente utilizzo di Internet anche per finalità commerciali — e non più solo di scambio di informazioni a titolo di cortesia o nell'esercizio di atti¬vità istituzionali non-profit — ha richiamato l'attenzione del giurista su una serie di problemi — conclusione del contratto virtuale, firma digitale, tutela della proprietà intellettuale e industriale, tutela dei consumatori, tutela della riservatezza, legge applicabile, per citarne alcuni — resi ancora più complessi dalla internazionalità del fenomeno. All'inizio del nuovo millennio il
Guida legale" href="https://www.studiocataldi.it/articoli/23021-come-aprire-un-e-commerce.asp" class="keyword-link">commercio elettronico è, infatti, un'attività mondiale che richiede un coordinamento internazionale. L'interdisciplinarietà del fenomeno e la progressiva regolamentazione della materia hanno costituito da stimolo alla raccolta, in un Codice di inizio millennio, della normativa dell'informatica e dei vari settori giuridici interessati dall'utilizzo del nuovo medium tecnologico Internet. Il volume, infatti, raccoglie la normativa vigente, anche comunitaria, legata a tali complessi fenomeni a partire dalle convenzioni internazionali in materia di legge applicabile e giurisdizione. Nel quadro comunitario di regolamentazione giuridica del fenomeno del com¬mercio elettronico si inserisce l'importante tentativo di armonizzazione rappresen¬tato dalla Direttiva CE del 22 maggio 2001, n. 29 su taluni aspetti del diritto d'au¬tore e dei diritti connessi nella società dell'informazione, dalla Direttiva CE dell'8 giugno 2000, n. 31 sul