Sulla base di un chiarimento fornito in una circolare dell'Agenzia delle entrate, si deve considerare essenziale l'invito al contraddittorio in caso di avvisi di accertamento da studi di settore. E' proprio nel contraddittorio con il contribuente infatti che si può verificare la rispondenza dello studio al caso concreto. Nella circolare l'Agenzia sottolinea la centralità del dialogo con i contribuente e su cosa accade in sede di contenzioso quando il contribuente abbia rifiutato di confrontarsi con la pubblica amministrazione. L'Agenzia richiama anche alcune recenti pronunce delle sezioni unite della Cassazione in tema di accertamento basato sui risultati degli studi di settore. In una nota l'Agenzia sottolinea anche l'importanza del contraddittorio per consentire di rapportare alla concreta realtà economica la presunzione assunta dal discostamento registrato rispetto agli studi di settore.
Altre informazioni su questo argomento
Condividi
Feedback

(15/04/2010 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Sospeso l'avvocato che riceve e ascolta il minore senza avvisare il genitore
» Coronavirus: in vigore le nuove sanzioni