La presa di posizione di Wojtyla che esorta gli avvocati alla disubbidienza civile, ha immediatamente provocato le reazioni non solo dei matrimonialisti, ma di tutto il mondo politico e giudiziario. Secondo i dati raccolti dalla Datamedia Ricerche, l’87% dei cittadini italiani non è d’accordo con il Papa. Ancora una volta, si tratta di un’indebita ingerenza della Chiesa nelle leggi dello Stato. Alla base del suo discorso, vi è comunque un equivoco di fondo: il divorzio, infatti, comporta la cessazione degli effetti civili del matrimonio e non la dissoluzione del vincolo sacramentale.

Vedi anche:
La guida legale sul divorzio
Condividi
Feedback

(29/01/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi: