Sei in: Home » Articoli

L'azienda che perde una 'commessa' importante può licenziare

La crisi aziendale giustifica i tagli di personale. Infatti, è legittimo il licenziamento di lavoratori da parte di un'azienda che ha perso "una commessa importante". Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che, con una sentenza dell'8 febbraio 2010, ha respinto il ricorso di un autista che rivendicava l'illegittimità del licenziamento dall'azienda da cui era stato assunto tempo prima. In particolare, la sezione lavoro condividendo la decisione della Corte d'Appello di Bari ha precisato che "i giudici di merito hanno dato compiuta ragione della loro decisione ravvisando il giustificato motivo oggettivo del licenziamento nella mancanza di commesse" e più ancora "nel venir meno di una importante commessa", dove i dipendenti erano stati impiegati.
(15/03/2010 - Francesca Bertinelli)
In evidenza oggi:
» Mancato mantenimento figli: reato anche se non c'è stato di bisogno
» Salvini: presto censimento o anagrafe dei Rom
» I figli hanno l'obbligo di mantenere i genitori?
» Auto carica di bagagli? Multe fino a 338 euro
» Arriva il decreto dignità


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss