Il Tribunale per i minorenni di Milano ha stabilito che è possibile concedere il perdono giudiziale al giovane writer incensurato che sia stato sorpreso ad imbrattare muri di interesse storico. Nella sentenza i giudici di Milano scrivono che pur dovendosi considerare il fatto rilevante, dato che il ragazzo ha utilizzato vernice spray sui muri dell'Arengario che si trovano nel centro storico della città, si deve anche considerare che il fatto è molto risalente nel tempo e che il ragazzo oltretutto è incensurato. Tutto questo legittima la concessione del perdono giudiziale e di qui la sentenza del 'non luogo a procedere'. Il vicesindaco di Milano commentando la decisione ha espresso perplessità affermando che si rischia in questo modo di vanificare ogni finalita' di recupero". Nella fattispecie il giovane era stato colto in flagranza di reato dalla Polizia Locale di Milano.
Condividi
Feedback

(03/03/2010 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Pochi spiccioli di reddito di cittadinanza? Niente bonus coronavirus!
» Coronavirus: proroga misure fino al 13 aprile