Secondo la rilevazione del Dipartimento Innovazione e tecnologie del Ministero per la Pubblica amministrazione, la posta elettronica certificata stenta ad essere attivata tra alcune categorie di professionisti. Sarebbero gli avvocati, con una percentuale del 6%, i giornalisti (10%), ma anche i farmacisti e molto personale paramedico a non aver ancora provveduto all'attivazione della Pec, fortemente voluta dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta. In fondo alla classifica ci sarebbero i tecnici di radiologia medica mentre, al contrario, sarebbero i notai, con una percentuale del 100%, ad aver attivato la posta elettroniche certificata. Dalla rilevazione, effettuata dal Dipartimento ministeriale con l'aiuto del Cup, il Comitato unitario professionale, a reggere al ritmo della categoria dei notai ci sarebbero i consulenti del lavoro con una percentuale del 75%. A seguire gli assistenti sociali con il 72% e i geometri con una percentuale che supera la metà degli appartenenti alla categoria (66%).
Condividi
Feedback

(08/03/2010 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Taglio del cuneo fiscale dal 1° luglio 2020
» Pochi spiccioli di reddito di cittadinanza? Niente bonus coronavirus!