Sei in: Home » Articoli

Parcella del professionista ed esigibilità del credito.

L?invio della parcella dal professionista al cliente non condiziona necessariamente l?esigibilità del credito. Lo ha stabilito la Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione (sent. 2561/2003) precisando che tale credito può essere fatto valere anche con il semplice invio di un estratto conto che valga come richiesta di pagamento e atto di costituzione in mora. In tale ipotesi, qualora il debitore voglia effettuare la contestazione della conformità del credito rispetto alla tariffa professionale, avrà l?onere di specificare le singole voci che ritiene difformi rispetto alla tariffa e sarà compito del giudice verificare l?esattezza delle contestazioni facendo riferimento, appunto, alla tariffa professionale.
(19/03/2003 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
» Pensioni donne: arriva la riduzione fino a 2 anni per chi ha figli
» Isee precompilato: obbligatorio da settembre 2018
In evidenza oggi
Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderireAssicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF