Sei in: Home » Articoli

Cassazione: valutazione delle esigenze cautelari per la custodia in carcere

Per la custodia cautelare in carcere occorre applicare criteri non ipotetici. Secondo la Cassazione, il pericolo di reiterazione criminosa, nella testuale previsione di cui alla lett. c) comma 1 dell'art. 274 cod.proc.pen. deve assumere (come per tutti i pericula libertatis) carattere di concretezza, cioè connotarsi di effettività ed attualità, sicché resti autorizzata la prognosi di probabile accadimento della situazione compromissoria della tutela della collettività che la misura cautelare intende salvaguardare, non essendo quindi sufficiente all'applicazione della misura stessa l'astratta possibilità che l'indagato (o l'imputato) reiteri il delitto (Cassazione - Sezione Quinta Penale, Sentenza 25 febbraio 2003, n.9008/2003).
Leggi il provvedimento su www.filoriditto.com
(18/03/2003 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Divorzio: la nuova convivenza dell'ex non basta per dire addio all'assegnoDivorzio: la nuova convivenza dell'ex non basta per dire addio all'assegno
Avvocati e professionisti a un euro!Avvocati e professionisti a un euro!
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF