Sei in: Home » Articoli

Divorzio dopo tre anni: anche se è in corso il giudizio sull’addebitabilità.

La Cassazione, con la Sentenza n. 15279/01, è tornata su un principio innovativo di cui si era precedentemente occupata (pronuncia n. 15248/01). La Corte, in sostanza, ha ribadito che l'eventuale instaurarsi di un giudizio civile per l'accertamento dell'addebitabilità a uno dei due coniugi, della rottura del rapporto coniugale, non deve influire sulla decorrenza del termine (triennale) per ottenere la pronuncia del divorzio. E’ stata così evidenziata l'autonomia della richiesta di addebito dalla domanda di separazione che dipende unicamente dall'accertamento della fine dell’affetto coniugale. Questa soluzione eviterà che uno dei coniugi, possa ricevere pregiudizio per le lungaggini necessarie per l’accertamento dell’addebitabilità.
(22/01/2002 - Avv.Cristina Matricardi)

In evidenza oggi:
» Avvocati e privacy: basta una sola informativa
» Le norme anti-divano del reddito di cittadinanza
» La guida in stato di ebbrezza
» Cellulari: lo Stato deve informare sui rischi per la salute
» Esami avvocato, praticante ricorre e gli abbassano il voto, il Cds conferma
Newsletter f g+ t in Rss