Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Inquadramento previdenziale del collaboratore familiare di farmacista

Condividi
Seguici

Il Tribunale di Vicenza (sent. 30 gennaio 2009, n. 30) in conformità all’orientamento della giurisprudenza di merito ( Trib. Lodi 78/2007; Trib. Belluno 176/2006; Trib. Torino 1550/2008)) va assicurata nelle Gestione Commercianti Inps in virtù del fatto che l’attività del farmacista, nel momento in cui questi ponga in vendita, oltre a prodotti farmaceutici, anche altri articoli di diversa natura, è qualificabile come impresa commerciale. Peraltro l’attività del collaboratore, per essere assicurabile, deve essere prestata nell’ambito commerciale e deve rivestire le usuali caratteristiche dell’abitualità e della previdenza: ne consegue che non è iscrivibile alla Gestione Commercianti l’attività di collaborazione prestata nella sola amministrazione della farmacia.
(26/11/2009 - Francesca Bertinelli)
In evidenza oggi:
» INI-PEC valido e attendibile: la Cassazione corregge il tiro
» La colf in nero incastra il datore di lavoro con le foto

Newsletter f t in Rss