Sei in: Home » Articoli

Ministero dell'Interno: direttiva Maroni su corretto uso rilevatori di velocitÓ

Secondo quanto si apprende da una nota diffusa dalla Presidenza del Consiglio, il Ministro dell'Interno Maroni, il 14 agosto scorso, ha emanato una direttiva che mira a disciplinare il corretto funzionamento degli apparecchi rilevatori della velocitÓ, cd. autovelox. Ispirandosi a criteri di efficienza e trasparenza, la direttiva prescrive le modalitÓ di segnalazione degli apparecchi, con il divieto tassativo di pattuglie nascoste e appostamenti che non diano la possibilitÓ al conducente di accorgersi della presenza di una pattuglia di controllo. Oltre ai controlli periodici sugli apparecchi, la direttiva inoltre prevede che la gestione delle apparecchiature sia totalmente riservata alla polizia e non alle societÓ private come avveniva precedentemente, con il divieto assoluto quindi di appaltare tali servizi, costituendo il monitoraggio della velocitÓ un ôservizio di poliziaö. Infine, le foto scattate da tali dispositivi saranno totalmente gestite dal personale e al solo fine del monitoraggio della velocitÓ, non potendo accedere nessun'altro a tali dati per la tutela della riservatezza di questi soggetti.
La nota diffusa dal Governo, fa sapere che oltre alla direttiva Ŕ stato siglato dal Capo della Polizia e dal Capo del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, un protocollo operativo per avere chiarezza su questioni oggetto di controversie o di difficile interpretaizone. Per ulteriori informazioni http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/disciplina_autovelox/
(30/08/2009 - Luisa Foti)
Le pi¨ lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF