Sei in: Home » Articoli

Ministero lavoro: è online il decreto sull'Accesso all'indennità di disoccupazione per le sospensioni dell'attività lavorativa

Secondo quanto rende noto il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali è online il decreto interministeriale, approvato il 19 maggio scorso, riguardante l'accesso all'indennità di disoccupazione per le sospensioni dell'attività lavorativa (in base a quanto previsto dall'art. 19 del d.l.185/2008 “Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale”, convertito nella legge n.2 del 28 gennaio 2009). Il decreto, in fase di controllo preventivo di competenza alla Corte dei Conti, è stato approvato dal Ministero del Lavoro di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze.
Diviso in 15 articoli, il decreto indica agli artt. 3, 4 e 5, i beneficiari delle misure di sostegno all'occupazione, in base a quanto previsto dall'art.19 e ss. del d.l. 185/2008. “Ai fini di una efficiente e trasparente circolazione delle informazioni e di una corretta gestione dei trattamenti previdenziali e di sostegno al reddito – si legge all'art. 10 del decreto - (…) “l'INPS consente agli enti bilaterali e ai fondi convenzionali il libero accesso ad una banca dati informatizza, aggiornata in tempo reale e consente i dati disponibili relativi ai lavoratori percettori di trattamenti di sostegno al reddito”. L'art. 12 indica invece le cause di decadenza dal trattamento di sostegno del reddito e l'art.13, prevede inoltre una “indennità una tantum ai collaboratori, coordinati e continuativi”. Infine, l'art.14 indica i criteri di priorità nell'erogazione delle prestazioni. Per ulteriori infomazioni: www.lavoro.gov.it.
(03/08/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» L'accollo
» Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Separazioni e divorzi davanti al sindaco
» Rapporto di lavoro: le dimissioni
In evidenza oggi
Responsabilità medica: la prova del danno spetta al pazienteResponsabilità medica: la prova del danno spetta al paziente
Rischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figliRischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figli

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF